La gonorrea è un’infezione causata da un batterio e si contrae attraverso il contatto tra le mucose. Essa si localizza nelle vie urogenitali: la zona anale, la bocca , la gola, la cervice (nella donna) e l’uretra (nell’uomo). La gonorrea non curata può portare nella donna e nell’uomo serie complicanze e danni agli organi riproduttivi (alle tube, alle ovaie, all’utero e ai testicoli) con conseguenze sulla fertilità.

Sintomatologia

L’infezione ha un’incubazione che varia dai due ai sette giorni. I sintomi non sempre sono evidenti, quando essi si manifestano nella donna si ha: prurito e bruciore mentre si urina, aumento nella frequenza della minzione, infiammazione dei genitali esterni e perdite vaginali anomale, dolori al basso ventre.

Nell’uomo l’infezione può provocare prurito e bruciore sulla punta del pene, oltre a difficoltà a urinare e perdite di colore giallo-biancastro, dolore ai testicoli.

L’infezione del retto spesso asintomatica, può provocare prurito, dolore e emorragia. L’infezione alla gola a seguito di rapporti orali con partner infetti può includere infiammazione e tonsillite.

Trasmissione

La trasmissione avviene per via sessuale tramite rapporti vaginali, orali e anali, non protetti, con una persona infetta.

La trasmissione materno- fetale avviene con il passaggio del batterio dalla madre infetta al bambino.

Durante il passaggio attraverso il canale del parto, è possibile che il neonato contragga un’infezione agli occhi che necessita di cure immediate per evitare danni permanenti.

Prevenzione

Per prevenire la Gonorrea è consigliabile avere rapporti sessuali protetti dal profilattico e limitare il numero di partner di sesso. Se si contrae l’infezione, si raccomanda di astenersi dai rapporti sessuali fino alla completa guarigione e di verificare che anche il partner riceva le cure, pur non avendo sintomi, al fine di evitare una nuova infezione.